Si è verificato un errore nel gadget

martedì 30 ottobre 2012

Teatrino di Halloween


Ogni occasione diventa speciale se consente ai piccini di sprigionare la loro creatività divertendosi.
Oggi io ed Emma per festeggiare Halloween, abbiamo creato un magico teatrino con materiali di riciclo.
Abbiamo chiesto al panettiere una scatola vuota, abbiamo poi ritagliato (anzi ho ritagliato:)) il boccascena,
spinto in direzione obliqua le parti pieghevoli creando così le nostre quinte,
lo abbiamo ricoperto con i più svariati materiali pescati per caso in cucina e nei cassetti,
abbiamo dipinto le parti vuote (Emma ha dipinto anche sulle bucce di mandarino, sull'ovatta, e ovunque ;)
e infine appeso il nostro protagonista: un pipistrello nero nero che si diverte a spaventare il pubblico volando sul palcoscenico.
Materiali utilizzati:

  • carta di alluminio
  • cartone
  • carta velina
  • pane raffermo
  • involucri in plastica
  • retina per contenere l'aglio
  • bucce di mandarino
  • ovatta
  • pennelli
  • oro acrilico

Come vedete è facilissimo, inoltre i materiali di riciclo hanno un forte potere ludico, consentendo ai bambini di inventare e di allenare la fantasia.

Mela chips

 
 
Sfoglie di mela, cotte al forno per sprigionare l'aroma dolce e inconfondibile della frutta.
Prepararle è facilissimo:  prendete una mela rossa, create delle fettine sottili e adagiatele su una teglia ricoperta di carta da forno, saranno pronte dopo circa 50 minuti a 150°.
Io, quando erano ancora calde le ho curvate e modellate creando questa rosa, alle bimbe di solito piacciono i fiori.
Risultato?Emma che non mangia le mele ha mangiato la rosa ;)))
Come sempre credo che la fantasia sia imprtantissima in cucina, non arrendetevi quindi se i vostri bimbi fanno i capricci, camuffate, travestite e trasformate gli alimenti..

lunedì 22 ottobre 2012

Librar Verona/ Mamma di pancia mamma di cuore

Nella splendida cornice di piazza dei Signori a Verona si è appena concluso "Librar", il festival della letteratura rivolto agli amanti della lettura sia grandi che piccini, con vari incontri di lettura pensati apposta per loro, all’interno del progetto nazionale “Nati per Leggere”. 
Nel corso del festival ho avuto l'occasione di sfogliare vari libri, finchè non mi sono imbattuta in questo magnifico libro, che dedico a tutti i "bambini di cuore":
 
 
[...]la bambina è di un colore bellissimo, intenso, scuro, brillante (il colore dell’India); la mamma biondamente abbronzata (come una mamma italiana).
Cristina non è una mamma di pancia e lo dice alla sua bambina di cuore, e la bambina di cuore incalza la sua mamma che non è mamma di pancia, perché le dica le cose che si devono dire e sapere quando una mamma e una bambina hanno scambi di cuore senza che ci siano stati scambi di pancia.

Perché una mamma di pancia lascia la sua bambina a una mamma di cuore?
 
Un libro di grande formato, di rara bellezza, le illustrazioni dai colori vivaci come le pennellate di un quadro dei Fauves.

P.S.= A completare il volume, una riflessione inconsueta, saggia e sincera sull’adozione, e “suggerimenti bibliografici” per i ragazzi e i genitori.
 
http://www.librarverona.it/    http://www.natiperleggere.it/

mercoledì 17 ottobre 2012

Educazione tempestiva

Secondo il metodo dell'educazione tempestiva alcuni stimoli dati al momento opportuno favoriscono l'apprendimento e lo sviluppo delle capacità del bambino, considerando che il cervello di un bambino a 3 anni ha già sviluppato il 50 % della sua capacità (Dottor Kovac).
Inoltre questi stimoli per essere più efficaci dovranno seguire i periodi sensitivi dei bambini, cioè dei momenti nei quali è per natura più predisposto ad imparare (il nuoto, la musica, le lingue straniere, la lettura) quindi i genitori non dovrebbero seguire solamente l'istinto ed educare i propri figli lasciando fare al caso. 
Il bambino deve muoversi in un ambiente ricco di stimoli sensoriali, visivi, tattili. Se non si producono nuove connessioni, esse non si realizzeranno mai più...
Oggi gli ambienti sono spesso sovraccarichi di stimoli purtroppo non orientati: tv accese con scene di violenza, suoni di ogni genere e tipo derivanti da attrezzature meccaniche varie, etc..
per non parlare della quantità di giochi, tutti rigorosamente di plastica, che emettono sinistri suoni elettronici alla pressione di bottoni vari, senza che siano orientati allo sviluppo di specifiche competenze logiche, emozionali o sensomotorie, o in cui ulteriori "abbellimenti" ne offuscano grandemente l’efficacia pedagogica.

Gli obiettivi dell'educazione tempestiva si realizzano nello sviluppo armonioso della mente e del corpo del bambino, ecco alcuni esempi:
  • Sviluppo neuro-motorio: fare capriole, gattonare, correre, trascinarsi.
  • Sviluppo della discriminazione uditiva (alla base dell’apprendimento delle lingue parlate): ascoltare brani musicali ed impararne il testo.
  • Gioco libero e guidato: sviluppano l’attività motoria, ma anche i sensi, la memoria e il comportamento.
  • Bits di intelligenza o frame: presentare ai piccoli unità di informazioni attraverso semplici parole, numeri e immagini, che rappresentano il modo più facile per l’apprendimento infantile, facendo leva sulla capacità di visualizzazione che i bambini hanno soprattutto nei primi tre anni di vita..
  • I frame sono una stimolazione orientata, pensata letteralmente a "misura di bambino", per favorire in lui lo sviluppo di connessioni neuronali, prima ancora che per l’acquisizione della conoscenza encilopedica. I bambini assimilano molti concetti nuovi con interesse e curiosità, divertendosi.

    La piccola Emma ne è un esempio, tutti i giorni all'asilo impara parole nuove attraverso i bits, e quando gioca a far finta di essere la maestra immagina di usarli e dice che i bimbi "si divertono da matti" :-)

    martedì 16 ottobre 2012

    Learn with mummy

     

    VERONA

    A San Zeno e a Porta Vescovo i gruppi di gioco in inglese per bambini e genitori, gestiti da Letizia, la fondatrice di Learn with Mummy e Bilingue per Gioco.

    Mercoledì
    Liceo Coreutico
    Via Rosmini, 6 (Davanti al K2)
    16.30-17.15, 2,5-6 anni
    17.15-17.45, 0-2 anni
    17.45-18.30, 2,5-6 anni

    Giovedì
    presso Fondazione Aida
    Viale Stazione Porta Vescovo,4
    16.30-17.15, 2,5-6 anni
    17.15-17.45, 0-2 anni
    17.45-18.30, 2,5-6 anni

    Ecco un simpatico sito per ascoltare canzoncine in inglese http://supersimplelearning.com/

    lunedì 15 ottobre 2012

    SLAVA’S SNOWSHOW


     
     
     
    In questa giornata di intenso freddo autunnale ho pensato ad uno spettacolo teatrale dal palco innevato: SLAVA’S SNOWSHOW.
    Slava rappresenta un clown con la tuta gialla ed enormi pantofole rosse che si muove su un palco pieno di magici effetti speciali simili a quelli del Cirque du Soleil.
    Protagonista dello show insieme al clown sarà la neve, che Slava Polunin definisce:
    "Un’immagine bellissima, come un abito da sposa, come un foglio bianco quando un pittore comincia a disegnare"
    Il pubblico viene coinvolto e i bambini si divertono come matti :-)
    Lo ricordo come uno degli spettacoli più belli che io abbia mai visto a teatro, consigliatissimo!!

    venerdì 12 ottobre 2012

    stuzzicare l'appetito con la fantasia


    La cucina divertente

    E' un albero speciale, un albero tutto da mangiare!non ci credete?
    provare ad assaggiare prima il tronco..saprà di uovo!, poi andando sempre più su arriverete alle foglie (metteteci un pò di olio e di sale anche se potrebbero infastidirsi povere foglie), gnammy sanno di lattuga!e le mele rosse?e sì mangiate anche quelle...anche perchè adesso è autunno, e tutti gli alberi si spogliano, perdono le foglie!:-)
    La piccola Emma ha mangiato persino le foglie mentre prima non le voleva neppure assaggiare. Wow!Missione riuscita!

    mercoledì 10 ottobre 2012

    Haloterapia

    Quante volte il pediatra vi ha consigliato di portare vostro figlio al mare?
    Oggi si può godere dei benefici del mare pur abitando lontano da esso, infatti basta entrare in una grotta di sale, dove, il cloruro di sodio inalato ha un’azione detergente e battericida per l’intero apparato respiratorio, inoltre ostacola la sopravvivenza e il proliferare dei batteri che sono causa di numerosissime infezioni, come pneumococchi e stafilococchi. E’ stato dimostrato che l’haloterapia migliora anche  il sistema immunitario.
    La grotta di sale può essere utilizzata dalla più tenera età e i bambini sono quelli che hanno più bisogno di queste sedute, (perché frequentando asili e scuole sono più soggetti ai malanni di stagione) per depurare le loro vie respiratorie, ancora deboli, dall’aria inquinata che ci circonda, ma anche e soprattutto per aiutarli a migliorare e rinforzare il loro sistema immunitario.
    Ma quanto sono fortunati i bambini che vivono al mare?
    Lo sa bene la piccola Emma, che quando arriva l'estate scappa via lontano dalla città e di colpo scompaiono gli starnuti e i mal di gola (che d'inverno sono costanti), anche il suo colorito diventa più roseo e le occhiaie spariscono.
     

    martedì 2 ottobre 2012

    Laufrad ovvero la bici senza pedali

     
    Sembra che dobbiate trovare la cosa mancante, a questa bici mancano infatti i pedali!com'è possibile?Boo..Non ci credo, mancano persino i freni?E sì, anche quelli.
    Questa bici apparentemente incompleta in realtà possiede tutte le caratteristiche necessarie a favorire l'equilibrio, consentendo di passare all'uso della bici dei grandi evitando quella con le rotelle.
    Si inizia a camminare, poi si galoppa fino a quando, acquisita la giusta velocità i bambini possono sollevare le loro gambette alla ricerca dell'equilibrio. E' stata inventata in Germania dove è in uso già da tempo, correte a provarla!:)
     
     

     
    La mela rossa, verde, gialla. Sferica, profumata, dolce. Grattugiata (al posto dell'omogeneizzato a meno che non lo facciate in casa), ricca di vitamine nella polpa e nella buccia, ottimo ingrediente di torte, spuntini e macedonie..provate a porre sulla sua buccia un adesivo con i personaggi più amati dai bambini e saranno più invogliati a mangiarla.
    Ecco per voi due link utili:
     
     
    questo è il blog di Rosita Ghidini Bosco, autrice del libro Mamma che Buono!con tantissime ricette che seguono l'alimentazione dei figli dallo svezzamento all'adolescenza, con un preciso obiettivo: abituarli alla varietà del cibo.